Italian English French German Portuguese Spanish

Troiani nel Mondo LEONARDO…..il genio, il mito
Back to Top

LEONARDO…..il genio, il mito

(2 voti, media 5.00 di 5)
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Troiani nel Mondo - Troiani nel Mondo
Share Link: Share Link: Google Facebook Myspace Ask Yahoo Bookmarks

Mercoledì 16 novembre 2011 alle ore 10,  alla Reggia di Venaria nelle scuderie Juvarriane alla presenza delle Autorità è stato inaugurato  un grande evento, la mostra promossa dal Comitato Italia 150, è organizzata dal Ministero dei Beni e le Attività Culturali.

Il celebre autoritratto di Leonardo conosciuto come la sanguigna, dal valore inestimabile esposto per la prima volta in una mostra con le opere degli altri artisti che nel corso dei secoli si sono ispirati al genio di Leonardo.
Leonardo , figlio primogenito di ser Piero da Vinci (notaio) e di una certa Caterina , nato da una relazione illegittima il 15 aprile 1452 ad Anchiano , piccola frazione vicino a Vinci, il fanciullo imparò a scrivere con la mano sinistra ed alla rovescia in maniera del tutto speculare alla scrittura normale, questo  atteggiamento si è protratto durante la sua vita.
Allievo di Andrea del Verrocchio , la sua bottega una delle più importanti in Firenze per l’epoca, tra i suoi collaboratori aveva tutti giovani talenti quali: Sandro Botticelli, Pietro il Perugino, Domenico Ghirlandaio e Lorenzo di Credi.

 

 

All’interno della bottega le attività erano poliedriche, dalla pittura a varie tecniche scultoree, su pietra, con fusione a cera o lignee, oppure nel disegno il Maestro si accorse subito che Leonardo con estrema facilità disegnava ogni soggetto ponendolo in risalto all’interno del disegno.
Obbiettivo primario del Verrocchio stimolare gli allievi alla pratica del disegno portandoli ad un linguaggio pressoché comune, si conoscono disegni che derivano da panneggi usciti dalla sua bottega, da esercizi che il maestro faceva fare copiando le pieghe dei tessuti sistemati su modelli di terra, inoltre gli allievi apprendevano nozioni di carpenteria,meccanica, ingegneria e architettura.
Il 5 agosto 1473 Leonardo datò la sua prima opera “Il Paesaggio con fiume”  un disegno con veduta sulla  valle dell’Arno, oggi si trova nella Galleria degli Uffizi a Firenze. Innumerevoli sono tutte le opere di Leonardo , impossibile citarle tutte ma il suo capolavoro più famoso al mondo, il ritratto di Lisa Gerardini  moglie di Francesco Bartolomeo del Giocondo, da qui il nome del quadro Mona Lisa o la GIOCONDA,

trafugato dall’Italia ed attuale fiore all’occhiello del museo del Louvre di Parigi, molte delle sue opere sono sparse nei principali musei di tutto il mondo , altro importante capolavoro , “l’ultima cena”,  ma innumerevoli sono anche i suoi disegni, i bozzetti raffiguranti le sue invenzioni , il suo Genio non ha confronti ancora oggi .
Ma il bozzetto raffigurante il suo volto, il suo celebre autoritratto può certamente essere  definito uno dei suoi capolavori,  attentamente studiato dal prof. Pedretti docente all’Università di Los Angeles negli Stati Uniti e decano tra gli studiosi Leonardeschi, insieme a Piero Angela suo allievo, famoso conduttore televisivo di Quark.
Esaminando attentamente il bozzetto, sono emerse preziose considerazioni , dopo esami approfonditi ed avvalendosi della collaborazione del RIS dell’Arma dei Carabinieri di Roma, e coadiuvati dal grafico Giovanni Stillitano, usando una macchina in grado di invecchiare o ringiovanire i volti di una foto o disegno, dallo studio è apparso il volto di Leonardo  da giovane .
La mostra è aperta al pubblico da oggi 17 novembre 2011 al 29 gennaio 2012, ben illustrata la vita di Leonardo attraverso degli enormi monitor e sale di visione attrezzate, credetemi vale veramente la pena vederla, per chiunque abbia occasione.
Desidero ricordare ai lettori, di una promessa mantenuta; nel mese di maggio 2011 e precisamente il giorno 2 , ebbi la fortuna di partecipare  nella sala degli Svizzeri nel Palazzo  Reale di Torino ad un incontro tra il prof Charles Elachi Direttore della N.A.S.A Agenzia Aerospaziale gli studenti del Politecnico di Torino ed i rappresentanti della stampa.
In quell’occasione Elachi annunciò un nuovo lancio verso Marte

programmato per novembre, ebbene , sabato 26 novembre 2011 è stata lanciata la navicella “ Curiosity” che raggiungerà Marte per agosto 2012, il rover lo strumento più grande e più complesso mai lanciato verso Marte contiene anche una copia come quella esposta nella mostra del volto di Leonardo ed una copia del Codice di Volo.
Chissa’ cosa pensa Leonardo sapendo che qualcosa ideata da lui dopo 5 secoli è in viaggio nell’Universo.
Questo grande evento conclude tutti quelli organizzati a Torino in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, riferita a Leonardo questa mostra è stata definIta dal Comitato Organizzatore di interesse a livello internazionale, nel contempo hanno ipotizzato il prossimo evento di questo livello inerente a Leonardo, sarà realizzato ad Ambois in Francia nel 2019 nella ricorrenza del V° Centenario della morte avvenuta il 2 maggio 1519.

 

Aggiungi commento

Sponsor

 

 

 

Valid CSS! [Valid RSS]

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.