Italian English French German Portuguese Spanish

Troiani nel Mondo Il Castello di Camino …..e non solo.
Back to Top

Il Castello di Camino …..e non solo.

(2 voti, media 5.00 di 5)
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Troiani nel Mondo - Troiani nel Mondo
Share Link: Share Link: Google Facebook Myspace Ask Yahoo Bookmarks

Passeggiando per il Piemonte alla continua ricerca di curiosità, mi sono recato nel verde Monferrato terra ricca di boschi e vigneti, patria di nobili vini quali: il grignolino del Monferrato, il Monferrato rosso, sul territorio in provincia di Alessandria, nelle vicinanze della meravigliosa località di Camino, tra colline ricolme di vigneti, posto in alto il suo singolare Castello.

Fatto costruire da Aleramo nell’anno 1010, la torre del castello alta 44 metri di forma rettangolare inusuale per l’epoca, tradizionalmente di forma quadrata, dalla sommità della torre si può ammirare un magnifico panorama che va dalle pendici del fiume Po alla cerchia delle Alpi, decisamente valida per il controllo del territorio.

Nel tempo appartenuto agli Aleramici importante famiglia feudale piemontese, successivamente passato alla famiglia dei Paleologi, fino al 1323, quando Teodoro Paleologo costretto dai debiti, vendette ai fratelli Tommaso e Francesco Scarampi ricchi banchieri e mercanti di Asti, il Castello restò di proprietà della famiglia fino al 1950.

Nei secoli il Castello di Camino subì numerosi attacchi e più volte fu teatro d’armi, una leggenda racconta che nel XV° secolo, Scarampo Scarampi dopo un furioso duello fu decapitato, successivamente sepolto nel cortile interno, in seguito il luogo fu chiamato cortile del decapitato, fu sepolto nello stesso luogo e sul sarcofago marmoreo fu riprodotto Scarampo nel gesto di mantenersi la testa perché decapitata, sua moglie Camilla a causa dell’immenso dolore si gettò dalla torre, ancora oggi si racconta di vederne il fantasma sugli spalti merlati del Castello.

All’interno del maniero si conservano alcuni mobili, suppellettili, lampadari dell’epoca di pregiata fattura, tramandata gelosamente dai proprietari nei secoli, le stanze, la sua chiesetta, i locali vari compongono un piccolo borgo.

La visita programmata segue il percorso delle varie epoche, in alcuni periodi dell’anno si concedono anche delle feste, la più significativa dal 29 al 31 ottobre dove gli ospiti in costume festeggiano “ HALLOWEEN”

Al termine della visita decisamente interessante non solo per la parte storica , posso affermare di aver avuto una certa sensazione coinvolgente come quella di vivere in quel momento nel medioevo, ecco perché al termine della visita mi sono ritrovato soddisfatto di questa esperienza , quanto quella di proporla a chiunque abbia la possibilità di visitare questo Castello, certamente al termine della visita sarà pienamente soddisfatto per aver vissuto questa bella avventura.

 

Aggiungi commento

Sponsor

 

 

 

Valid CSS! [Valid RSS]

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.