Italian English French German Portuguese Spanish

News News Eventi Mostre La Disfida di Barletta: duello plurale 

La Disfida di Barletta: duello plurale 

(2 voti, media 5.00 di 5)
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
News Eventi - Mostre
Share Link: Share Link: Google Facebook Myspace Ask Yahoo Bookmarks

L'orgoglio di una città in movimento

Al di là della rievocazione di un orgoglio identitario, indipendente e territoriale nei confronti del piglio guascone e francese di oltre cinque secoli fa, nella contesa cavalleresca che vide tra i tredici sfidanti vincitori, però, un unico pugliese: il Miale da Troia, Ettore De Pazzis, l'odierna riproposta della "Disfida di Barletta" è la testimonianza dell'intraprendenza culturale di una città in movimento. Un'altra tessera del mosaico programmatico di Barletta, tutto centrato nell'azione di valorizzazione di una serie di cosiddetti assetculturali inespressi e dall'alto potenziale attrattivo che, come sottolineato dal vicepresidente del Teatro Pubblico Pugliese, Paolo Ponzio, diventano funzionali a una "promozione turistica personalizzata", caratterizzata dalla sostenibilità di un impegno teso a dimostrare, tra l'altro, che "per realizzare grandi eventi, non sono sempre necessarie grandi somme, ma sicuramente serve una grande passione". Via, quindi, in Barletta alle celebrazioni del 511° anniversario della Disfida, che si protrarranno fino a domenica 17 febbraio. Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio del Mibact, della Regione Puglia e della Provincia Bat, alla ricorrenza saranno dedicate numerose iniziative di carattere storico, culturale e artistico che animeranno i luoghi simbolo dell’epico episodio, dal Castelloalla Cantina della Sfida, da Palazzo della Marra al Teatro Curci, con lezioni sullo spirito del Risorgimento, conversazioni sul divenire della nazione e dibattiti sull’attività politica, sociale e culturale, mostre tematiche, animazioni di strada, spettacoli teatrali e musicali, visite guidate e degustazioni a tema.

TUTTI GLI APPUNTAMENTI

Dal 13 al 16 febbraio Palazzo San Domenico, appena riacquisito nella piena disponibilità del Comune, sarà aperto in via straordinaria (a partire dalle 18.00 di giovedì) per ospitare una mostra

dei costumi originali della rievocazione delle scorse edizioni del Certame recuperati dai depositi in cui erano conservati e affidati per il restauro all’associazione “Artisticamente” e ai docenti dell’istituto Professionale “Archimede” in vista di appositi premi di studio con i propri allievi. Faranno da sfondo le testimonianze fotografiche e video delle passate rievocazioni a cura del Fondo Internazionale per la Fotografia (F.I.O.F.) e una selezione di libri e documenti antichi del patrimonio della biblioteca comunale “Sabino Loffredo” (con la collaborazione di Victor Rivera Magos). Contemporaneamente, sarà possibile visitare la Cantina della Sfida con la sua “Rievocazione in mostra”. Qui, gli ospiti accolti in costume (a cura dell’associazione AUFIDUS), potranno degustare i prodotti messi a disposizione dalle Cantine locali. Nelle giornate di giovedì e sabato, la città sarà animata da esibizioni a piè fermo di sbandieratori e trombonieri e un corteo di saltimbanchi, mangiafuoco, trampolieri, giocolieri, artisti di strada e figuranti in abito cinquecentesco con partenza dal Castello e arrivo a Piazza Prefettura (a cura delle associazioni I Fieramosca, I Brancaleone e Pro Loco Barletta con il coordinamento di Francesco Gorgoglione). A cura della Compagnia delle Formiche/Teatro dei Borgia nell’ambito del progetto di Residenza Teatrale “Teatri Abitati”, sabato, alle ore 21.00, al Teatro Comunale “G. Curci” avrà luogo lo spettacolo “Dritta o storta, è sempre Italia” con la partecipazione di Pietrangelo Buttafuoco, Stefano Livadiotti, Giuliano Foschini, Pinuccio, Pino Micol, Manuela Mandracchia, Betty Bee, Elena Cotugno, Michele Placido e La Tana Piccolo Ensemble Musicale (Papaceccio, Serena Brancale, Francesco Cespo Santalucia, Nick Seccia, Giovanni Astorino e  Marco Valerio). (Ingresso: biglietto intero euro 12,00 - ridotto 7,00 - studenti 5,00). Sempre “La Tana – casa della cultura e della creatività” per tutti i quattro giorni dedicati alla ricorrenza ha dedicato un fitto programma “I Giorni della Sfida. Appunti per domani. Discorsi sulle sfide del passato e del presente” nel Castello svevo caratterizzato in particolare dall’iniziativa “Metter foco in petto agli italiani”, maratona di lettura del libro “Ettore Fieramosca o la Disfida di Barletta” di Massimo D’Azeglio da parte degli allievi attori di Itaca (a cura di Nicola Vero). Durante “I Giorni della Sfida” presso la libreria Cialuna saranno presentati i libri di alcuni degli ospiti del festival multidisciplinare promosso nell’occasione da “La Tana”. Domenica farà tappa sempre a Barletta dopo otto anni la “Penisola del Tesoro”, evento organizzato dal Touring Club Italiano che prevede visite guidate nei luoghi più rappresentativi della città. A conclusione di ciascuna giornata, l’iniziativa “Il Gusto della sfida”, organizzata da alcuni ristoratori locali, consentirà di apprezzare menù dedicati all’evento. Per la ricorrenza sarà prolungato l’orario di apertura sino alle 22.00 del Castello, di Palazzo della Marra, della Chiesa dei Greci e della Cantina della Sfida, dove, dalle 18.00 in poi, l’ingresso e le visite guidate saranno gratuite, così come nel sito archeologico di Canne della Battaglia nei giorni 13 e 16 febbraio secondo i consueti orari di apertura con prenotazione presso l’Ufficio Informazione e Accoglienza Turistica.

 

( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

 

Aggiungi commento

Sponsor

 

 

 

Valid CSS! [Valid RSS]

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.