Italian English French German Portuguese Spanish

News News Eventi Mostre La pittrice trojana Silvana Franco espone a Cardoso di Stazzema (Lucca)

La pittrice trojana Silvana Franco espone a Cardoso di Stazzema (Lucca)

(101 voti, media 5.00 di 5)
Valutazione attuale: / 101
ScarsoOttimo 
News Eventi - Mostre
Share Link: Share Link: Google Facebook Myspace Ask Yahoo Bookmarks

IL COMPRENSORIO DELL’ALTISSIMO


Omaggio alla montagna di Michelangelo, alla secolare tradizione della lavorazione artistica e industriale del marmo e alla Versilia Medicea con la mostra/documento “Il Comprensorio dell’Altissimo” che si inaugura sabato 3 agosto alle ore 17,30 a Cardoso di Stazzema. L’evento si inserisce nel calendario delle iniziative per i 500 anni del Lodo di Papa Leone X. Intervengono all'inaugurazione il sindaco del Comune di Stazzema Michele Silicani e il presidente del Comitato Promotore per le celebrazioni del Lodo Riccardo Tarabella.
La rassegna è ideata e realizzata dal critico d’arte e scrittore Lodovico Gierut come tributo al comprensorio montano che vide la fattiva presenza di Michelangelo Buonarroti alla fine del secondo decennio del Cinquecento. Opere pittoriche e scultoree, foto, testimonianze e documenti organizzati in “sezioni comunicanti” nelle sale del Palazzo della Cultura di Cardoso. Tra i nomi rappresentati nelle varie sezioni alcuni grandi dell’arte e della cultura italiana, da Lorenzo Viani a Ernesto Treccani, da Giosue Carducci a Curzio Malaparte, da Giovanni Pascoli a Eugenio Montale e Pier Paolo Pasolini. Ecco in dettaglio l’articolazione dell’allestimento:
“La memoria e il colore” - sezione che raccoglie opere grafiche, pittoriche e scultoree di alcuni artisti scomparsi come Pietro Annigoni, Egisto Bertozzi, Emilio Buratti, Alfredo Catarsini, Aristide Coluccini, Michelangelo Cupisti, Marta Gierut, Delfo Guidi, Ugo Guidi, Amedeo Lanci, Franco Miozzo, Oreste Paltrinieri, Eugenio Pardini, Eugenio Pieraccini, Virgilio Poli, Arturo Puliti, Renato Santini, Filadelfo Simi, Leone Tommasi, Marcello Tommasi, Riccardo Tommasi Ferroni, Ernesto Treccani, Lorenzo Viani, Giuseppe Viner.

“Le cave e altro” - opere di artisti che vivono o operano in Versilia, dedicate all'affascinante mondo del marmo: Ernesto Altemura, Aida Amirpour, Roberto Barberi, Marcello Bertini, Marco Bianchi, Loretta Brizzi, Joanna Brzescinska-Riccio, Sigifredo Camacho B., Ferdinando Coppola, Franco Del Sarto, Luigi Falai, Carlo Ferrari, Silvana Franco, Gian Paolo Giovannetti, Paolo Lapi, Grazia Leoncini, Giuseppe Lippi, Riccardo Luchini, Renzo Maggi, Liliana Marsili, Tito Mucci, Bruna Nizzola, Gioni David Parra, Antonio Russo (Reyon), Marcello Scarselli, Sergio Suffredini, Roberto Valcamonici.

“Scritti sparsi” - una raccolta di frasi che alcuni protagonisti della letteratura, del giornalismo, dell’arte e della cultura hanno dedicato alla Versilia Medicea oppure a tematiche apuane. Tra i tanti nomi: Garibaldo Alessandrini, Silvano Alessandrini, Dante Alighieri, Fidia Arata, Ludovico Ariosto, Piero Bigongiari, Stanley Bleifeld, Manlio Cancogni, Giosue Carducci, Massimo Carrà, Rolando Cecchi Pandolfini, Gabriello Chiabrera, Gabriele D’Annunzio, Ilo Dati, Fabrizio Federigi, Carlo Emilio Gadda, Alfonso Gatto, Sirio Giannini, Florio Giannini, Marta Gierut, Rosalda Gilardi, Giulia Giorgetti Viani, Emilio Greco, Giorgio Magri, Curzio Malaparte, Egisto Malfatti, Giuseppe Marchiori, Marino Marini, Paola Messina, Silvio Micheli, Eugenio Montale, Giò Pomodoro, Danilo Orlandi, Giulio Paiotti, Giovanni Pascoli, Pier Paolo Pasolini, Enrico Pea, Mario Tobino, Giorgio Ubaldi, Mauro Vecoli, Marcello Venturi, Lorenzo Viani.
“Apua felix” - insieme di opere di Alberto Bongini, pittore, scultore e architetto tosco-piemontese che interpreta “l’universo del marmo”.
“Istantanee versiliesi” - dieci fotografi raccontano per immagini l’ambiente naturale e le attività che si svolgono sul territorio. Opere di: Luca Carrà, Lorenzo d’Angiolo, Sergio Fortuna, Stefano Giraldi, Gabriela Malvido, Giacomo Mozzi, Libero Musetti, Giovanni Nardini, Antonio Raffaelli, Luca Tesconi, Giovanni Umicini.
“Le firme degli scultori” - una selezione di “autografi” raccolti da Lodovico Gierut ed eseguiti a inchiostro, pastello o acrilico su fogli di carta Magnani di cm 50x70. Alcuni nomi presenti in questa sezione: Gustavo Aceves, Giovanni Balderi, Giuseppe Bartolozzi, Hanneke Beaumont, Giuseppe Bergomi, Rinaldo Bigi, Fernando Botero, Giancarlo Cannas, Claudio Capotondi, Girolamo Ciulla, Romano Cosci, Novello Finotti, Maria Gamundì, Rino Giannini, Alba Gonzales, Andrea Grassi, Gigi Guadagnucci, Renzo Maggi, Igor Mitoraj, Mara Moschini, Kan Yasuda, Park Eun-Sun, Gioni David Parra, Gabriele Rovai, Alfredo Sasso, Joseph Sheppard, Clara Tesi, Ivan Theimer, Giuliano Vangi.
“Il Leone e i suoi simboli” - sezione che raccoglie le opere della mostra itinerante partita da Valdicastello Carducci nel mese di giugno sul tema del leone. Sculture di: Alberto Bongini, Giancarlo Cannas, Erica Cavalli, Massimo Facheris, Majd Patou Fathallah, Paolo Grigò, Renzo Maggi, Giorgio Mariani, Vaja Mikaberidze (in arte Prasto), Mara Moschini, Szymon Oltarzewski, Alfredo Sasso, Marcello Scarselli, Gabriele Vicari.
In visione nell’ambito della mostra anche filmati connessi all’attività territoriale forniti dai Comuni, dal Parco delle Alpi Apuane, dal Circolo Fotografico “L’Altissimo”, dal Comitato Archivio Gierut e da altre realtà.
Offrono all’evento la loro collaborazione senza finalità lucrative il Museo “Ugo Guidi”, l’Associazione “Leone Tommasi”, la Galleria/Studio “La Meridiana” e la Cartiera Magnani di Pescia. La mostra resterà aperta fino al 18 agosto 2013

 

Articolo correlato: Versiliesi sulle rive dell'Arno con video

Note biografiche e artistiche di Silvana Franco

 

Aggiungi commento

Sponsor

 

 

 

Valid CSS! [Valid RSS]

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.