Italian English French German Portuguese Spanish

Le nostre "RUBRICHE" sono on-line! Registratevi per accedere alle aeree private.
News Marzo 2017 Secondino: vescovo di Aecae
Back to Top

Secondino: vescovo di Aecae

(13 voti, media 5.00 di 5)
Valutazione attuale: / 13
ScarsoOttimo 
News - Marzo 2017
Share Link: Share Link: Google Facebook Myspace Ask Yahoo Bookmarks

La nuova pubblicazione di Piergiorgio Aquilino

12 febbraio 2017, festa di san Secondino vescovo: la biblioteca della Civitas Troiana viene arricchita di un nuovo volume di Piergiorgio Aquilino: “Secondino. Vescovo di Aecae”.La pubblicazione, prima della collana “Seminatori di speranza”, edita dalle Edizioni Comunità in cammino, è incentrata sulla figura di san Secondino, vescovo di Aecae nel V secolo, nonché compatrono della città di Troia e patrono principale dei comuni di: Bellona (Ce), San Secondino (frazione di Pastorano – Ce), Molineuf (Francia) e Vienne (Francia). Il lavoro, di pagine 160, sostenuto da una metodologia scientifica e arricchito dall’analisi delle fonti e da diverse fotografie, si articola in tre capitoli. Il primo è dedicato alla biografia di san Secondino: dal suo espatrio dall’Africa dei Vandali all’arrivo sulle coste campane (così come narrato nella Historia Persecutionis di Vittore di Vita, dalle anonime Passio S. Prisci e Vita S. Castrensis, opportunamente tradotte), dal trasferimento ad Aecae e al suo ministero episcopale, dal rinvenimento delle sue ossa (X sec.) ai miracoli. Dell’inventio coeva delle ossa del Santo narrata dal monaco cassinese Guaiferio si occupa integralmente il secondo capitolo: dopo una scheda biografica, è presentata l’inedita traduzione dello scritto integrale del Guaiferio, nonché delle sue lodi in onore di Secondino. Il terzo capitolo affronta, invece, la venerazione di san Secondino in tutto il mondo: partendo da Troia, analizza la devozione in onore del santo Vescovo nei centri campani già citati, nonché nei due comuni francesi e ad Algeri (Africa). Un’ampia Appendice accresce l’intero lavoro e riporta: le numerose preghiere e gli inni adottati nelle diverse comunità ove è venerato Patrono; parte di uno studio sull’ubicazione della Civitas Aecana, condotto da mons. Mario De Santis, al quale questo volume è dedicato. Scrive S.E. Rev.ma il Padre Abate Donato Ogliari, Ordinario di Montecassino, nella sua “Presentazione”: «Il dott. Piergiorgio Aquilino – cultore appassionato della storia della Chiesa troiana e già apprezzato studioso dei quattro Concili di Troia e della primavera religiosa della Civitas Troiana – non si è lasciato scoraggiare dall’intricato percorso che si è trovato dinanzi e, pur conscio della complessità del compito prefissosi, è riuscito nell’intento di ricostruire un profilo attendibile del nostro Santo. Tale ricostruzione si basa essenzialmente su alcune narrazioni che, benché tardive, consentono – una volta confrontate con la cornice storica del V secolo – di delineare con una certa affidabilità i tratti fondamentali della vita di san Secondino. […] L’opera ha come scopo precipuo quello di offrire un contributo alla diffusione del culto di questo santo Vescovo, grande testimone della fede cristiana».

 

Commenti 

 
#1 Mina De Santis 2017-03-22 19:57
Lavoro che coniuga passione e rigore scientifico, documentazione e narrazione avvincente. Una lettura fondamentale per chi la nostra storia non si limita ad amarla, ma vuole anche conoscerla ed approfondirla. Lo stile di Piergiorgio, poi, è anche garanzia di piacevole lettura.
Citazione
 

Aggiungi commento

Sponsor

 

 

 

Valid CSS! [Valid RSS]

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.