Italian English French German Portuguese Spanish

Rubriche Enogastronomia Fiorisce il mandorlo e….sbocciano le leggende
Back to Top

Fiorisce il mandorlo e….sbocciano le leggende

(1 voto, media 4.00 di 5)
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Rubriche - Enogasrtonomia
Share Link: Share Link: Google Facebook Myspace Ask Yahoo Bookmarks

Il mandorlo è originario dell’Asia centro occidentale della Cina. Venne introdotto in Sicilia dai Fenici, per poi diffondersi rapidamente e raggiungere tutte le colonie della Magna Grecia, sempre preceduto dalla fama dei suoi frutti ricchi e preziosi e da molte belle leggende.

Il dolce frutto del mandorlo veniva utilizzato con successo in cucina. Nel medioevo l’olio di mandorle sostituiva spesso il più costoso olio d’oliva era uno dei più apprezzati ingredienti nella cucina di corte. Anche i banchetti rinascimentali si concludevano con dolci alle mandorle.

Molte sono le leggende legate a questi frutti preziosi come quella cara agli antichi greci che narrava la storia di Fillide principessa Tracia e del suo incontro con Acamante figlio di Teseo, che era sbarcato nel suo regno per una sosta mentre era in viaggio verso Troia.

Al rientro delle navi greche dopo 10 lunghi anni di guerra la giovane principessa, non vedendo tornare l’innamorato con le imbarcazioni vittoriose si lasciò morire per la disperazione. La dea Atena commossa da questa struggente storia d’amore decise di trasformare Fillide in uno splendido albero di mandorlo. Acamante giunto in ritardo, sconsolato abbracciò la pianta che per ricambiare le carezze fece sbocciare sui suoi nudi rami, fiori invece di foglie. Un abbraccio che si ripete ogni anno quando primo fra tutti gli alberi il mandorlo fiorisce alla fine di gennaio.

La mandorla viene usata molto in pasticceria specialmente per la preparazione di confetti, torroni, dolci di pasta di mandorla, amaretti e persino bibite come l’orzata. E’ bello immaginare….lo spettacolo suggestivo dei mandorli in fiore che ogni anno imbiancano le pendici dell’ Etna per annunciare l’arrivo della primavera.

Ecco due ricette per eseguire dei dolci con le mandorle:

Pirottini di mandorle

Ingredienti 400 gr di zucchero

500 gr di mandorle sbucciate

4 albumi di uova

1 bustina di vanillina

uno o due bicchierini di liquore bianco (maraschino)

Tritare le mandorle e mescolarle con tutti gli ingredienti. Con l’impasto ottenuto mettere piccole dosi in pirottini piccoli di carta e infornare per pochi minuti a calore moderato.

Torrone di mandorle

Ingredienti: 1 tazza da tè di acqua

1 tazza da tè di zucchero

1 tazza da tè di mandorle tostate

Fare un impasto con tutti gli ingredienti e versarlo in una pentola e far bollire lentamente, per circa un’ora, girare ogni tanto, alla fine quando tutto si è ben amalgamato togliere e adagiarlo possibilmente su un piano di marmo per non farlo attaccare attendere che si rafredda , tagliarlo a pezzetti e gustarlo. Sarà una delizia gustare questi due semplici dolci a base di mandorle.

 

Aggiungi commento

Sponsor

 

 

 

Valid CSS! [Valid RSS]

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.