Italian English French German Portuguese Spanish

Le nostre "RUBRICHE" sono on-line! Registratevi per accedere alle aeree private.
News Febbraio 2021 Indovina chi viene a (s)cena
Back to Top

Indovina chi viene a (s)cena

(1 voto, media 5.00 di 5)
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
News - Febbraio 2021
Share Link: Share Link: Google Facebook Myspace Ask Yahoo Bookmarks

Indovina chi viene a (s)cena fa tappa a Troia, dove domenica 7 febbraio dal Cineteatro Comunale Cimaglia andranno in onda due appuntamenti streaming, sostenuti dal Comune di Troia con il Teatro Pubblico Pugliese. A salire sul palco alle 19.30 saranno gli attori della Ass. Ultima Fermata, mentre alle ore 21 toccherà al Teatro della Polvere. Prenotare il proprio posto gratuito a teatro è facilissimo, basta andare sul sito www.rebellive.it/o/teatro-pubblico-pugliese (vedere sotto) e seguire le indicazioni.

Questi i link diretti ai due appuntamenti:

https://www.rebellive.it/evento/gratuito/indovina-chi-viene-a-scena-a-troia-ore-1930

https://www.rebellive.it/evento/gratuito/indovina-chi-viene-a-scena-a-troia-ore-2100

Seguiteci sul sito -> https://www.teatropubblicopugliese.it/indovinachivieneascena/

E sui nostri canali social -> https://www.facebook.com/teatropubblicopugliese; https://www.instagram.com/teatropubblicopugliese/?hl=it

Siamo anche su Twitter -> https://twitter.com/StampaTpp.

Il progetto

Una vera e propria stagione teatrale regionale in epoca Covid con racconti-spettacolo inediti di 30 minuti ciascuno - ripresi dal vivo - allestiti appositamente per l’occasione. È “Indovina chi viene a(s)cena”, la nuova proposta che il Teatro Pubblico Pugliese ha ideato per rimettere in moto la macchina teatrale e le stagioni che da sempre abitano i teatri di Puglia.  A sorpresa sono sia il racconto che la produzione teatrale, tutti ospitati in presenza nei teatri pugliesi e ripresi da una regia che li trasmette su una piattaforma digitale. Gli spettatori inoltre possono collegarsi al link streaming seguendo le indicazioni presenti sul sito del Teatro Pubblico Pugliese per riservare il proprio posto a tavola e seguire la diretta, e sulla sua pagina Facebook per partecipare al gioco online e vincere un biglietto per il proprio posto a teatro quando si potrà tornare a frequentarli. Il progetto è partito il 30 dicembre scorso. In diretta streaming dal Teatro Apollo di Lecce sono andate in scena due storie della terra pugliese. AMA - Accademia Mediterranea dell'Attore, per la regia di Barbara Toma, ha raccontato al pubblico collegato "Il cavaliere senza terra", la storia di Edoardo De Candia, un artista anticonformista, eccentrico, anarchico e ribelle, che aveva la libertà del pensiero e del corpo al centro delle sue visioni. Ura Teatro ha portato in scena invece "Lo stato dell'arte", una conversazione a partire dal territorio e dal nostro presente, il racconto di un progetto, la breve storia del matematico Ennio De Giorgi e il lascito di uno scrittore.  Il 5 e 6 gennaio il viaggio tra i comuni della Puglia ha fatto tappa a Grottaglie e Fasano. In diretta streaming dal Teatro Monticello di Grottaglie Onirica Teatro ha raccontato una storia del 1977: Roberto De Simone e Anniballe Ruccello si recano a Grottaglie nel laboratorio di Emanuele Esposito, puparo modellatore di figurine presepiali e lo intervistano sulle peculiarità del presepe pugliese rispetto a quello napoletano, indagandone le differenze. CartiCù si è invece cimentata nella rappresentazione della storia di un piatto fondamentale della tradizione culinaria locale: fave e cicorie. Partendo dalla ricetta ha portato il pubblico alla scoperta del territorio pugliese e delle persone che lo abitano. In diretta streaming dal Teatro sociale Fasano di Fasano invece Alphaztl Compagnia d'Arte Dinamica ha portato in scena la storia della Scamiciata, rievocazione storica che si tiene a Fasano in memoria della vittoria ottenuta sui Turchi il 2 giugno 1678 da parte dei contadini. Improvvisart ha invece catapultato il pubblico nel bel mezzo dei preparativi in corso di un menu tutto pugliese in cui il protagonista assoluto è stato il panzerotto. Nel weekend dall’8 al 10 gennaio questo viaggio ha attraversato i comuni di Conversano, Barletta e Torremaggiore. A Conversano con le compagnie Burattini al Chiaro di Luna e Onstage, hanno condotto gli spettatori alla scoperta delle storie di Giangirolamo d’Acquaviva, detto il Guercio di Puglia, e la Gerusalemme Liberata, poema epico di Tasso collegato a Conversano dai quadri di Paolo Finoglio custoditi nella Pinacoteca. Dal Teatro Curci di Barletta il 9 gennaio sono andate invece in scena le compagnie Fattoria degli Artisti sulla commedia dell'arte, con riferimenti al Sud e alla sua storia attraverso le figure di Don Pancrazio Cucuzziello, Pantalone di Bisceglie, Cola, Giangurgolo e Pulcinella; mentre il Teatro dei Borgia si è cimentato con il racconto del tragico episodio di cronaca del crollo della palazzina di via Roma del 3 ottobre del 2011. E infine dal Teatro Rossi di Torremaggiore la Compagnia Teatro Palcoscenico (Teatro dei Limoni e Piccolo Teatro di Foggia) ha raccontato la storia di Fortunato Gallo, famoso impresario teatrale partito da Torremaggiore per andare in America dove divenne famosissimo creando la Gallo Operhouse, in seguito diventata Studio 54; mentre la compagnia AVL ha dedicato il suo spettacolo allo storico personaggio di Michele de Sangro, ultimo Principe di San Severo e Duca di Torremaggiore. Nel weekend dal 16 al 17 gennaio, Indovina chi viene a (s)cena ha fatto tappa a San Severo il 15 gennaio con “La tavola dei Santi”, a cura della compagnia Foyer97, dove un chierichetto menestrello, due Santi, San Severo e San Severino, con relative perpetue, aspettano a cena Soccorsa, la Santa Patrona della città; e con e il mito di Andrea Pazienza raccontato dalla compagnia Malalingua. La vita di Marinetti, dal Manifesto Futurista per arrivare all'innovazione del teatro con le danze futuriste sfondando la quarta parete è stato il tema dello spettacolo di Fatti d’arte al Teatro Traetta di Bitonto il 16 gennaio, arricchito dall’opera Tommaso Traetta nello spettacolo della compagnia Teatroscalo. Il weekend di Indovina chi viene a (s)cena è terminato a Rutigliano, dove nell’Auditorium comunale della scuola Don Tonino Bello domenica 17 gennaio sono andari in scena Alephtheatre e il Gruppo Abeliano, rispettivamente con lo spettacolo “Violante”, dedicato a un dissidente politico di Rutigliano morto nei campi di concentramento durante la Seconda Guerra Mondiale; e “Fischietto”, con una serenata poetica di Vito Signorile.  Nel weekend tra il 22 e il 24 gennaio, il viaggio di “Indovina chi viene a (s)cena” ha toccato i Comuni di Putignano, Corato e Lecce. Anonima GR ha impreziosito il venerdì sera di Putignano parlando di fascino, mistero, antiche tradizioni pugliesi nella performance teatrale dal Museo Romanazzi Carducci, mentre la Farinella di Putignano fatta di orzo e ceci, legata al Carnevale e alla maschera di Farinella, è stata la protagonista dello spettacolo del Teatro dei leggeri. Al Teatro comunale di Corato si sono esibite la Piccola Compagnia Impertinente, che ha portato in scena Ettore Petrolini, figura dell'avanspettacolo, e la Luna nel Letto, che ha rappresentato l'ultimo periodo in teatro di un gigante del Teatro: Totò. Infine, il Teatro Apollo di Lecce è stato protagonista con due performance teatrali: “Pane e pomodoro”, il territorio e il suo pane, a cura di Koreja; e “Arancio, limone, mandarino” con la compagnia Astragali. Da venerdì 29 a domenica 31 gennaio in programma sei diversi eventi a sorpresa, due al giorno, uno alle 19.30 e l’altro alle 21.00, con ospiti e spettacoli misteriosi che racconteranno luoghi, tradizioni, personaggi, eccellenze della Puglia.  Si parte venerdì 29 gennaio con i due appuntamenti in streaming dal Palazzo delle Arti Beltrani di Trani, si proseguirà sabato 30 gennaio dal Teatro Paolo Grassi di Cisternino, e si concluderà domenica 31 gennaio dal Palazzo Marchesale di Taviano. Prenotare il proprio posto gratuito a teatro è facilissimo, basta andare sul sito www.rebellive.it/o/teatro-pubblico-pugliese e seguire le indicazioni. E intanto sui social prosegue il gioco a indizi con due attori che interpretano Eva Kant e Diabolik per aiutare il pubblico a scoprire i diversi spettacoli misteriosi in programma in ogni Comune e far vincere, ogni settimana, al più veloce, un biglietto valido per la Stagione Teatrale 2020/21 utilizzabile in uno dei teatri del circuito. Un gioco che prosegue anche con la newsletter del Tpp con indizi speciali solo per gli iscritti (per scoprire di più https://bit.ly/nwtpp20) e che ha già portato alcuni partecipanti a indovinare per primi e vincere il biglietto omaggio da usare al termine del periodo di sospensione degli spettacoli in presenza.

Il teatro pubblico pugliese

Fin dalla sua fondazione nel 1979, il Teatro Pubblico Pugliese (TPP) ha realizzato un intenso lavoro, che esprime il territorio e le sue peculiarità, con l'obiettivo di diffondere ampiamente la cultura di teatro, danza, teatro ragazzi, circo contemporaneo e musica sul territorio vasto e diversificato della Puglia. Il TPP è un Circuito Regionale Multidisciplinare con l’obiettivo della promozione e la formazione del pubblico, riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali italiano e dalla Regione Puglia, che ha anche confermato nel corso degli anni di essere una struttura poliedrica, in grado di rinnovarsi con ogni nuova sfida, facendo parte di un sistema teatrale nazionale che è costantemente in evoluzione. 53 Comuni e la Regione Puglia hanno aderito al TPP: con circa 90 stagioni, 72 spazi attivati, 850 spettacoli, quasi 180.000 spettatori ogni anno, è il primo circuito multidisciplinare territoriale italiano di distribuzione teatrale. La forte vocazione alle progettualità speciali si struttura nella più stretta collaborazione a favore e per contodella Regione Puglia, svolgendo funzioni di controllo, coordinamento, semplificazione e monitoraggio. Il TPP diventa una delle agenzie partecipate, un ente di governance con un ruolo importante anche nel dialogo con i vari ambiti di sviluppo della Regione: dalla formazione al lavoro, dall’internazionalizzazione alla cooperazione transfrontaliera, dallo sviluppo economico al turismo, dai trasporti all’accessibilità. Ancor più stretta sarà la collaborazione con le partecipate regionali, tra cui Apulia Film Commission, Puglia Promozione, Adisu, Arti, e Fondazioni Petruzzelli e Notte della Taranta, Museo Pino Pascali e i Distretti creativi.


 

Sponsor

 

 

Valid CSS! [Valid RSS]

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.