Italian English French German Portuguese Spanish

Eventi Speciale ftt 2011 Notizie Riapre il sipario del Troia Teatro, Il Festival della “Filosofia del cappello”
Back to Top

Riapre il sipario del Troia Teatro, Il Festival della “Filosofia del cappello”

Share Link: Share Link: Google Facebook Myspace Ask Yahoo Bookmarks

Troia Teatro, Dal 1 Agosto, sette giorni di spettacoli nella Città del Rosone

Ironico, irriverente, innovativo, travolgente. Il *Festival *Troia *Teatro si presenta così nel suo classico modo inusuale e scanzonato, con un muso di porco e il leit-motiv di sempre: “Tuttun'altra Troia”. Non si tratta di una provocazione, ma di una promessa. Eh si, perché il Festival Troia Teatro torna a stupire con un profluvio di spettacoli, concerti, performances, laboratori e carovane d’artisti di strada in un centro storico di Troia che sarà invaso per l’occasione da attori, teatranti, musicisti, madonnari, saltimbanchi, marionettisti, statue viventi e tanto altro. Strade, vicoli, piazze e balconi tornano ad essere lo splendido proscenio di uno dei festival teatrali più affascinanti del Mezzogiorno. E allora la promessa di “Un’altra Troia”, sia pur per una sola settimana, diventa credibile.

Il festival giunge quest’anno alla sua VI edizione arricchito da molte novità e diverse (ottime) conferme. La kermesse si annuncia ricchissima di eventi: 23 spettacoli teatrali in 7 giorni, 21 compagnie teatrali presenti per un totale di 78 artisti coinvolti, 13 location diverse, 70 ore di spettacolo, 4 feste musicali notturne; 3 laboratori di avviamento al teatro e, ogni giorno, spettacoli itineranti di teatro di strada. Dopo i primi due giorni di presentazioni e avvio dei laboratori, il sipario di apre a Biccari il 3 Agosto con la seconda edizione di “Biccari in Scena”, e poi dal 4 al 7 di Agosto il clou della manifestazione sarà a Troia, che ancora una volta si trasforma in capitale del teatro.

Diverse le novità introdotte in questa edizione dell’FTT: da un lato c’è il concorso dal nome “la Scrofa d’Oro - Premio ECEplast alla ricerca drammaturgica e alla valorizzazione culturale della Città di Troia”. Il concorso, che ricevuto oltre 100 candidature dall’Italia e dall’estero, ha la finalità di valorizzare il lavoro di compagnie emergenti e indipendenti che operano nel teatro d’innovazione, nella danza contemporanea e nella performing art. Nel contesto del Festival saranno messe in scena le opere delle 6 compagnie finaliste, che saranno valutate da una giuria qualificata di esperti del settore.

L’altra novità di rilievo sono le “Residenze Teatrali - Città di Troia”. Perseguendo il fine di portare "il teatro fuori dal teatro", due compagnie professionali di attori saranno ospiti del Comune di Troia che, facendosi promotore e coproduttore degli spettacoli, metterà a disposizione il proprio territorio per essere "gestito ed abitato artisticamente" dalle compagnie ospiti. Con le residenze il Festival vuole incentivare la partecipazione attiva del pubblico, vuole continuare a lavorare sulla possibilità di utilizzare a fini artistici spazi non tradizionali (piazze, strade, edifici privati, esercizi commerciali), e vuole favorire le occasioni di incontro tra artisti e pubblico, al di fuori del teatro.

Ultimo elemento di freschezza all’interno di questa edizione sarà la “Vetrina d’Artista” dove l’incontro tra un artista, “Sica dal 1929” e “Rodrigo” renderà una vetrina espositiva del centro storico come una factory dove sviluppare i propri lavori e la propria creatività in esposizione costante per la curiosità dei visitatori. L’idea nasce dalla considerazione che l’arte, ricercando luoghi non convenzionali, debutta in posti non usuali. L’intervento artistico si trasforma in istallazione, rendendo viva e pulsante la contemplazione del pubblico.

Ma la peculiarità vera del Festival, ormai da molti anni, è quella di adottare la “Filosofia del Cappello”. Il cappello permette al pubblico di manifestare il proprio gradimento attraverso una donazione spontanea all'artista ed allo spettacolo. Perciò, ricordando che l'ingresso al festival è gratuito, dall'iscrizione ai laboratori ad ogni singolo spettacolo, si consiglia agli spettatori di raggiungere l'area del festival con una buona dotazione di monete. Sarà il pubblico, infatti, a tributare il proprio gradimento alla manifestazione.

Festival Troia Teatro

 

Commenti 

 
#1 Ninì Russo 2011-08-03 17:46
... mi interrogo sulla funzione delle sponsorizzazioni, plaudendo l'ottima scelta di Pinuccio Altobelli a sostegno dell'iniziativa, con il Premio ECEplast e altrettano mi rammarico per l'assenza di fondazioni bancarie che potrebbero essere decisive per una evoluzione dell'evento.
Citazione
 

Aggiungi commento

Sponsor

 

 

 

Valid CSS! [Valid RSS]

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.